Come effettuare trasporti e spedizioni in Francia

trasporti-spedizioni-in-Francia

Spedire in Francia con SpedireSubito.com

Spedire in Francia al giorno d'oggi, risulta essere molto semplice e piacevole, nonché rapido ed economico: basterà infatti sfruttare il nostro sito web www.SpedireSubito.com che permetterà, ad una persona, di poter raggiungere tale obiettivo quindi di effettuare trasporti e spedizioni in Francia senza che vi possano essere complicazioni di ogni genere.

Le spedizioni in Francia rapide e veloci

Le spedizioni in Francia, in città come Parigi, Lione e altre dove il turismo italiano risulta essere molto elevato, rappresenta una missione che, al giorno d'oggi, potrà essere effettuata senza dover sudare le proverbiali sette camice e senza compiere delle difficoltà che, effettivamente, non fanno altro che rendere complesso la fase di prenotazione di un trasporto espresso.

Oggi grazie al nostro sito web, sarà possibile inviare i pacchi in tutte le maggiori città francesi senza dover spendere una fortuna e senza andare incontro a delle conseguenze negative che, effettivamente, rendono meno piacevole effettuare tale tipologia di operazione.

Mettiamo a disposizione dei nostri clienti tantissimi servizi di spedizione che richiedono pochissimi passaggi grazie ai quali, in tempi veramente rapidi, sarà possibile poter ricevere il pacco in maniera immediata.

Vediamo ora il modo standard di spedire pacchi e successivamente i costi ed il servizio nel dettaglio.

Cosa occorre per spedire i pacchi

Per spedire i pacchi sfruttando i nostri servizi di trasporto occorrono veramente pochissimi dati, che possono essere reperiti in maniera semplice e veloce.

I primi sono i dati del mittente e del destinatario: essi sono molto importanti in quanto permetteranno, al corriere che effettuerà la spedizione, la concreta possibilità di poter operare in una maniera che risulta essere veramente semplice.

Questi dati dovranno essere inseriti nel modulo ordine spedizione e dovranno essere posti in maniera precisa.

Gli altri dati riguardano invece peso e dimensioni di uno o più pacchi: questo in quanto, per ogni tipologia di pacco, viene applicata una tariffa differente ed il pacco stesso potrebbe essere inserito in una delle categorie dei servizi di trasporto speciali.

Inoltre bisogna anche verificare il tipo di oggetto che deve essere inviato, in maniera tale che sia possibile evitare di commettere degli errori che risultano essere poco piacevoli da affrontare, è possibile consultare la lista degli oggetti proibiti da spedire direttamente dal sito internet.

Con questi semplicissimi passaggi si avrà la concreta opportunità di poter riuscire ad inviare i pacchi in una maniera che risulta essere precisa e perfetta sotto ogni punto di vista e senza che vi possano essere delle complicazioni di ogni natura.

La spedizione di un pacco semplice

Effettuare la spedizione di un pacco semplice in Francia ha dei costi ch risultano essere differenti a seconda del peso del pacco stesso.

Un pacco fino a quindici chili avrà un costo di spedizione pari a 26,40 euro.

Un pacco fino a trenta chili avrà un costo di spedizione che sarà pari a 35,00 euro.

Un pacco fino a sessanta chili avrà un costo di spedizione pari a 55,00 euro, oltre tale peso bisogna effettuare una spedizione per pacchi ingombranti extralarge e pallet.

Bisogna mettere in risalto come, ogni tipologia di pacco semplice, potrà essere spedito in ogni zona della Francia e il codice di tracciamento permetterà di seguire la suddetta spedizione direttamente da casa o col dispositivo mobile tramite l'apposita pagina dedicata cerca spedizioni, tramite il quale è possibile seguire ogni spostamento del pacco in tempo reale per tutte le spedizioni effettuate tramite i migliori corrieri espressi.

Da aggiungere il fatto che, salvo giorni festivi di mezzo oppure sabato e domenica, il pacco verrà recapitato entro settanta due ore, salvo casi in cui vi possano essere scioperi o altre tipologie di problematiche che vanno oltre le capacità risolutive offerte dal sito web.

Una spedizione particolare

Ma in Francia sarà possibile poter inviare anche dei pacchi ingombranti: questi sono quelli che superano i sessanta chili di peso, oppure pallet e pedane in legno, il cui costo potrebbe subire delle variazioni a seconda del suddetto peso.

Nelle spedizioni effettuate tramite i servizi speciali rientra anche la spedizione di vino in Francia: esso deve venire diviso in contenitori da sei bottiglie.

Dodici bottiglie quindi comportano la spedizione di due scatole, ciascuna contenente sei bottiglie, il cui costo per la spedizione di vino in Francia risulta essere pari a 55,00 euro.

Sei bottiglie verranno spedite con un costo di 35,00 euro, mentre diciotto botiglie sarà possibile spedirle al costo di 65,00 euro.

Si passa poi a quattro cartoni, ovvero ventiquattro bottiglie di vino o spumante, con costo di 75,00 euro, quelle da trenta e trentasei bottiglie hanno un costo rispettivo di 85,00 euro e 95,00 euro.

Per quanto riguarda la spedizione di olio d'oliva in Francia, si possono spedire dalle due alle dodici latte di alluminio da cinque litri i cui prezzi di spedizione partono da un minimo di 35,00 euro fino ad un massimo di 95,00 euro.

Come spedire una bicicletta in Francia: intera o smontata non ha importanza, l'importante è che la scatola non deve essere più alta di due metri e non superare le dimensioni massime di 400cm, nell'apposita pagina per la spedizione di una bicicletta vi sarà indicato come calcolare le dimensioni massime consentite.

Il costo per spedire la bicicletta in Francia e di 75,00 euro: con tempi di consegna di 3-4 giorni lavorativi.

Grazie al nostro sito per spedizioni online è possibile inoltre spedire dalla Francia all'Italia con stesso metodo e con gli stessi prezzi di spedizione.


Devi spedire in Francia con corriere espresso?

Con SpedireSubito.com puoi spedire in tutta la Francia!

Spedisci ora!

I corrieri ed il passaggio su le Ande

La catena montuosa delle Ande e le storie dei corrieri che l'affrontano


Catena montuosa Ande


I viaggi impossibili dei corrieri


I corrieri ogni giorno affrontano distanze più o meno importanti per portare a destinazione il loro carico.

Ci sono delle rotte che possono definirsi uniche, nel senso che sono percorse da autisti esperti, che affrontano temerariamente questi lunghi tragitti, i quali a volte impiegano diversi giorni di viaggio.

E' il caso della rotta sulle Ande con i corrieri che attraversano 3 stati, dal Cile all'Argentina, fino al Brasile.

Il territorio andino oltre a essere uno dei paesaggi più suggestivi se si tratta di panorami montani, è anche uno tra più impervi e pericolosi percorsi al mondo da percorrere quando si tratta di viaggi, che siano corrieri o soltanto turisti.


I percorsi pericolosi su la valicata delle Ande


Le strade si snodano in una serie di strettissimi tornanti, con strapiombi e curve a gomito in discesa o in salita, che non solo richiedono la grande abilità di chi sa mantenere il controllo di un mezzo pesante come i Tir e i camion a rimorchio, ma anche la conoscenza approfondita delle potenzialità del mezzo e della strada stessa.

Tutti gli autisti di un corriere sanno che ogni curva va affrontata con grande discernimento, prudenza e coraggio, senza i quali un lavoro del genere non si potrebbe portare a termine con la necessaria freddezza.

I mezzi pesanti che ogni giorno percorrono queste strade tanto particolari sono quelli di autisti di lungo corso, esperti di tragitti tipici di queste zone di montagna.

Affrontano con una certa determinazione il trasporto con qualsiasi condizione climatica, senza spaventarsi davanti a niente e adattandosi alla condizione di chi è costretto a passare lunghi periodi lontano da casa, anche per quanto riguarda le esigenze primarie come mangiare.

Lungo le Ande infatti è difficile trovare ristoranti a breve distanza e un autista di lungo corso come può essere Juan Antonio, che oggi ha 62 anni, ha dovuto come molti suoi colleghi, fare di necessità virtù.

Guida un vecchio autotreno che ha ben più di 35 anni e non possiede di certo i sistemi di sicurezza dei moderni camion dei corrieri.

Eppure l'autista andino nell'assenza quasi totale di sofisticazioni riesce a percorrere migliaia di chilometri, andare e tornare senza problemi riponendo la massima fiducia nel suo "vecchio compagno di viaggio".

Proprio Juan Antonio è quello che ha allestito all'interno del vano inferiore del suo camion una sorta di cucinino da campo, con stoviglie, ripiano a scomparsa, cassetti, fornelletto e una piccola sedia pieghevole.

Ha tutto il necessario per vivere, per cucinare o riscaldare quello che gli serve per mangiare qualcosa di caldo durante il viaggio, compresa una bevanda amarissima molto simile al te, che in teoria dovrebbe servire agli autisti dei corrieri per svegliarli e dargli nuovo slancio.

Le distanze come accennato sono davvero incredibili; anche un autista di grande esperienza come Juan può arrivare a percorrere con il suo vetusto autotreno più di ventimila chilometri per consegnare qualsiasi tipo di merce.

Gli snodi cruciali sulle Ande


Le ande montagne


I corrieri che attraversano le Ande sanno che la prudenza da usare deve essere massima, specie quando si incontra la neve che rende il terreno scivoloso a fronte di un peso non indifferente.

I vecchi mezzi pesanti come il camion di Juan Antonio, non hanno un moderno sistema frenante, l'abs o cose del genere, se quindi c'è un problema, per risolverlo bisogna solo affidarsi alla propria esperienza.

Uno dei punti cruciali della rotta dei corrieri sulle Ande è il Tunnel del Redentor, un valico a 3300 metri di altitudine ed è situato al confine con l'Argentina e qui si giunge solo dopo una terribile serie di tornanti, in salita o in discesa.


Tunnel del cristo redentor - Ande


Nella discesa in particolare sono importantissimi i freni e l'uso sapiente che se ne deve fare anche del freno motore, per evitare incidenti o guasti.

Un'autista di lungo corso sa che per mantenere il controllo del TIR è necessario non fare surriscaldare i freni.

La rotta delle Ande è cosi battuta dai corrieri, che per ovviare al parco-camion ormai obsoleto hanno creato le cosiddette "pistas de emergencia", cioè corsie alle quali fare affidamento quando i freni non rispondono a dovere, grazie alle quali si può arrestare il mezzo in tempo.

Gli autisti dei corrieri pare che fortunatamente non la usino spesso, ma questo conferma soltanto la loro bravura e la capacità di portare a termine un viaggio tra mille pericoli e difficoltà anche con mezzi molto vecchi.

Un lavoro ben remunerato ma rischioso


Trasporti estremi Ande


Se ci si ferma a guardare tutti i corrieri che passano da questa rotta andina, si può notare che a molti di questi camion mancano anche delle parti di carrozzeria, ma questo di certo non li ferma nel portare a termine la consegna e tornare a casa.

Naturalmente non tutti i mezzi sono vecchi, ci sono anche autotreni di costruzione più recente.

Quello che però tutti i corrieri hanno in comune è la passione per questo lavoro, anche se faticoso.

Lo stesso Juan Antonio afferma di appartenere a questo tipo di vita che non gli pesa perché ogni giorno può ammirare paesaggi incantevoli con panorami mozzafiato e questo gli fa sopportare il freddo e tutti gli altri sacrifici.

Oltre alla passione per un lavoro come quello del corriere sempre in sella al proprio camion, bisogna sottolineare che questo è uno dei mestieri più remunerativi.

La paga media per un viaggio anche di migliaia di km può arrivare a 3 mila dollari, che da queste parti sono una cifra così ragguardevole che potrebbe bastare per vivere anche fino a 2 anni senza lavorare ed è certamente anche questo uno dei motivi per il quale tanti e tali sacrifici vengono affrontati con tanta tenacia.


Devi spedire un pacco con corriere espresso?

Effettua ora una spedizione con SpedireSubito.com!

Spedisci ora!

Aperti per ferie

Calendario operatività mese di agosto SpedireSubito.com


Aperti per ferie esetive


Lo staff di SpedireSubito.com comunica a tutti i suoi clienti che per tutto il mese di Agosto siamo aperti per ferie.

I nostri uffici saranno aperti dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00 pertanto se avete necessità di effettuare una spedizione o di utilizzare i nostri servizi speciali di spedizione vi sarà possibile farlo comunque tramite la nostra piattaforma.

Gli ordini pervenuti dopo le ore 17.00 dal Lunedì al Venerdì saranno elaborati all'apertura degli uffici il giorno successivo.

Mentre gli ordini pervenuti il Sabato e la Domenica saranno elaborati a partire dal Lunedì all'apertura dei nostri uffici.

Nessun timore se non ricevete le etichette di spedizione tramite e-mail entro 1 ora come di consuetudine, le riceverete la mattina all'apertura degli uffici.

Per richieste urgenti ed assistenza clienti fuori orari di operatività, vi invitiamo ad inviare un e-mail all'indirizzo assistenza@spediresubito.com, sarete ricontattati da un nostro operatore il prima possibile.

Buone vacanze da parte di tutto lo staff di SpedireSubito.com!

La soluzione per spedire vino negli USA?
SpedireSubito.com

Tutto quello che c'è da sapere per spedire vino negli Stati Uniti


Spedire vino negli Stati Uniti d'America

Spedire vino negli Stati Uniti d'America rappresenta da sempre un problema per tutti gli addetti del settore e per i privati che vogliono spedire bottiglie di vino a parenti ed amici negli usa.

Ma quali sono i problemi per spedire vino ed alcolici in USA?

Da sempre gli Stati Uniti d'America applicano restrizioni all'importazione di alcolici con leggi apposite ed attraverso la FDA (Food and Drugs Administration).

Normalmente per importare vino in USA è necessario che il destinatario sia in possesso di una licenza di importazione per gli alcolici.

In alternativa si può scegliere di nominare un broker per l'importazione che oltre ad avere dei costi esorbitanti è anche difficile da reperire.

Il mittente inoltre deve preparare i documenti di esportazione quali, fatture, dichiarazione di origine, dichiarazione di libera esportazione, etc..

Tutti questi iter complicati scoraggiano chiunque voglia spedire delle bottiglie di vino in USA.

Che si debba spedire vino ad un privato in USA oppure ad un azienda la procedura di spedizione risulta sempre quasi inaffrontabile.

Continui problemi con la dogana statunitense spesso portano il mittente all'abbandono delle bottiglie di vino spedite o nel peggiore dei casi alla restituizione della spedizone dagli USA all'Italia con conseguente aggravo di spese.

Da sempre SpedireSubito.com è attenta a risolvere tutte le problematiche di spedizione offrendo servizi di trasporto dedicati ed esclusivi.

Anche per spedire vino in USA SpedireSubito.com è la soluzione che fa per te!

Come spedire vino in USA a privati ed aziende


Spedizione vino USA


SpedireSubito.com attraverso un sistema esclusivo di spedizione mette a disposizione di tutti i clienti sia privati che aziende la possibilità di spedire bottiglie di vino negli Stati Uniti d'America con il vantaggio di non dover compilare nessun documento di esportazione e senza avvalersi di alcuna licenza di importazione alcolici.

SpedireSubito.com è l'unico sito di spedizione online che permette di spedire vino negli Stati Uniti in maniera semplice, veloce e garantita, sia ai privati che alle aziende.

Per effettuare la spedizione abbiamo bisogno solo delle vostre bottiglie, sarà la nostra logistica a preparare la documentazione necessaria per la dogana.

Quindi basta collegarsi alla pagina per la Spedizione vino in USA, selezionare la quantità di bottiglie di vino da spedire, compilare il modulo di spedizione con le informazioni richieste, imballare le bottiglie seguendo le istruzioni riportate nella nostra video guida se non si dispone di cantinette in polistirolo ed attaccare ai pacchi le etichette ricevute tramite email.

Se persistono ancora dei dubbi non esitate a contattare l'assistenza clienti per ulteriori informazioni.

Spedire vino negli USA?
Adesso sapete come fare con SpedireSubito.com in maniera semplice, veloce, garantita!


Devi spedire vino negli stati uniti?

Effettua ora una spedizione di vino con SpedireSubito.com!

Spedisci ora!

Il sogno di ogni camionista

Iowa 80 il truckstop più grande del mondo!


Iowa 80 truckstop

Definire l'Interstate 80 semplicemente come una lunga strada sarebbe un eufemismo. Prima di tutto perché non è lunga, ma è lunghissima: 4.671 km di asfalto che attraversano l'America, collegando ben 12 stati diversi, dalla California a New York. In secondo luogo non si tratta di una semplice strada, ma di un ponte tra numerosi mondi diversi, di un'esperienza indimenticabile per chi la percorre e per chi immagina di farlo, di un mito. Guidare sull'Interstate 80 significa intraprendere un'impresa, avere a che fare non solo con la strada, ma anche con le numerose tappe di un viaggio impossibile da completare senza mai fermarsi. Lungo il cammino, infatti, sarà indispensabile mangiare, riposare, scoprire ciò che la strada ha messo sul nostro cammino. È proprio in una delle cittadine collegate dall'Interstate 80, l'altrimenti anonima Walcott, che camionisti e viaggiatori possono imbattersi in un luogo che potrebbe sembrare un miraggio. Gli americani la chiamano ancora 'truckstop', ma chi la visita oggi troverà ben altro che le solite pompe di carburante e il piccolo negozio allestito per le necessità pratiche del guidatore. Iowa 80, infatti, nasce come semplice stazione di servizio nella prima metà degli anni '60, ma diventa un vero e proprio 'parco giochi' per camionisti e sognatori. Oggi, si tratta nientemeno che della stazione di servizio più grande del mondo.

Tappa imprescindibile per chi percorre l'Interstate, Iowa 80 nasce per volere dell'imprenditore locale Bill Moon, che nel 1959 diede il via a una delle più incredibili storie americane per conto della Standard Oil. Fu però con il subentrare di un'altra importante compagnia, la American Oil Company, che il destino della stazione di servizio cambiò per sempre. Sotto la direzione di Moon e della sua famiglia, infatti, intervennero numerose modifiche strutturali che portarono a importanti ampliamenti. Nel 1992 - anno in cui l'imprenditore morì lasciandone la gestione ai familiari - ulteriori sostanziali accrescimenti vennero introdotti dalla società TravelCenters of America, la più importante nel settore dei servizi per i viaggiatori. Centri per le riparazioni, negozi, autolavaggi e ben 15 stazioni di servizio sono solo alcune delle utilità a disposizione di chi fa sosta: Iowa 80 è un vero e proprio piccolo mondo a parte che si estende per circa 90 ettari di terreno. Dalla banca alla chiesa, dai casinò al ristorante, passando per il dentista e per il pronto soccorso, 'stazione di servizio' è un nome che va ormai troppo stretto a quello che è diventato un piccolo Eden per gli appassionati di camion e per i viaggiatori, desiderosi di scoprire un pezzo di storia americana.

Che Iowa 80 sia molto di più un semplice truckstop, lo dimostra l'affetto dei camionisti del luogo e non che ogni anno danno vita al più importante raduno per appassionati di camion. La Walcott Truckers Jamboree questo il nome della manifestazione - è organizzata da quasi 40 anni ed è segnata da una partecipazione crescente, in grado di incuriosire anche i profani dei mezzi pesanti. Il merito dell'idea va ancora una volta a Moon e alla sua famiglia, che hanno saputo interpretare e valorizzare lo spirito di corpo che accomuna i camionisti. E questa festa, infatti, è in grado di avvicinare moltissimi lavoratori, clienti abituali della stazione di servizio, ma anche semplici appassionati. Musica, carne alla griglia e squisita birra locale sono condivisi dai partecipanti che accorrono per celebrare insieme divertimento, amicizia e passione per i motori.

Infine, Iowa 80 non poteva non offrire uno sguardo privilegiato sul mondo dei camion, vero pilastro portante dell'economia della struttura. La storia dei trasporti del continente americano, infatti, può essere raccontata anche attraverso l'evoluzione dei motori, delle insegne, degli oggetti che hanno popolato le stazioni di servizio di tutto il paese. Dal 1997, le attrazioni del truckstop più grande del mondo si sono arricchite di una nuova tappa: il museo del camion, sfociato anch'esso dalle fantasie di Bill Moon, ma realizzato solo dopo la sua morte. Qui è possibile ammirare alcuni dei pezzi più rari e interessanti del settore. Dai camion storici, ormai fuori produzione, fino all'oggettistica più rara legata al mondo dei mezzi pesanti e delle stazioni di servizio, si tratta di un luogo imperdibile per gli appassionati. E sono gli stessi appassionati, tra i quali si contano numerosi clienti storici di Iowa 80, a contribuire ogni giorno, con il loro affetto e con la donazione di pezzi pregiati, alla crescita continua e al successo di un luogo ormai entrato di diritto nell'immaginario americano.


Cerchi una spedizione internazionale?

Con SpedireSubito.com puoi spedire in modo semplice, veloce e garantito!

Spedisci ora!