Spedire ad Ibiza

Spedire ad Ibiza

Con SpedireSubito.com è possibile spedire ad Ibiza pacchi, vino ed olio in modo semplice, veloce e garantito. SpedireSubito.com è un servizio online di spedizione tramite corriere espresso con ritiro e consegna a domicilio. SpedireSubito.com è specializzato nella spedizione di pacchi per l’Europa, con tariffe tra le più convenienti sul mercato, chiare e trasparenti.




Spedire pacchi ad Ibiza:


Spedire vino ad Ibiza:


Tempi di consegna per Ibiza:

I tempi di consegna sono molto rapidi e vanno da 48 ore a 92 ore. Per alcune zone remote di Ibiza il recapito dei pacchi potrebbe avvenire entro, e non oltre, i 7 giorni lavorativi. Per le spedizioni speciali, con pesi e dimensioni particolari, è possibile richiedere un preventivo personalizzato.

Procedura per spedire pacchi ad Ibiza:

CLICCANDO SUL PULSANTE CORRISPONDENTE AL SERVIZIO DI SPEDIZIONE SCELTO SI VERRà INDIRIZZATI ALLA PAGINA DEL MODULO “MODULO ORDINE DI SPEDIZIONE”

Compilare i campi del Mittente e del Destinatario, specificando il giorno del ritiro da parte del nostro corriere, le specifiche sulla quantità e/o le dimensioni dei colli da spedire.

Una volta completata la fase di inserimento dei dati necessari per la spedizione, cliccare sul pulsante "Ordina Spedizione".

Si verrà indirizzati nella pagina di pagamento on-line; il pagamento della spedizione è anticipato con carta di credito, carta prepagata oppure account PayPal.

Ricordarsi che, per ricevere la fattura (non obbligatoria) bisogna compilare il modulo per la fatturazione e/o la ricevuta fiscale, specificando codice fiscale ed eventuale partita iva.

Il completamento di tutta la procedura è obbligatorio, al fine di confermare l'ordine di spedizione e il relativo ritiro del pacco da parte del vettore incaricato.

Per usufruire di questo servizio è necessaria una stampante, infatti, bisogna stampare l'etichetta di spedizione ricevuta tramite email, ed attaccarla al pacco da spedire.

Cosa pensano di noi i nostri clienti:


Informazioni su Ibiza:

Ibiza è una delle isole più frequentate di tutto il mar Mediterraneo ed è caratterizzata da un turismo per lo più giovane, alla ricerca della musica, della vivacità e delle notti insonni che soltanto Ibiza sa offrire.

Nonostante l'eccezionale fermento che caratterizza le zone più frequentate dal turismo internazionale, Ibiza riesce a garantire ai propri avventori anche soggiorni rilassanti ed ulteriormente impreziositi dalle peculiarità più importanti di uno dei fiori all'occhiello di tutta la Spagna.

Le acque cristalline che caratterizzano la linea di costa, la natura meravigliosa ed ottimamente preservata che domina incontrastata, le numerosissime strutture alberghiere ed i resort che brulicano tutt'intorno al capoluogo rappresentano un eccezionale biglietto da visita.

Dal punto di vista amministrativo l'isola di Ibiza è parte integrante della comunità autonoma delle Baleari, sebbene geograficamente faccia parte dell'arcipelago delle Pitiuse, insieme a Formentera e poche isole minori.

Il nome con il quale gli isolani chiamano la loro terra è Eivissa, nome catalano che è stato attribuito anche alla città principale dell'isola, che conta oltre 48.000 abitanti e che domina il mare dall'alto di una splendida collina.

La cittadella medievale del capoluogo sorge su uno sperone di roccia a ridosso del mare e mostra fiera il suo eccezionale patrimonio storico ed artistico. Alla Dalt Vila, la città vecchia di Ibiza, si accede tramite una porta monumentale ricavata nelle antiche mura, edificate allo scopo di proteggere la cittadella.

Dopo aver varcato il Portal de les Taules ed aver ammirato lo stemma reale di Filippo II, una breve passeggiata conduce fino a Plaça d'Espanya, la meravigliosa piazza panoramica che mostra, oltre ad uno spettacolare panorama, anche alcuni dei monumenti e degli edifici più importanti della città: il castello cinquecentesco, il museo archeologico e la cattedrale gotica risalente al XIII secolo e recante numerosi rifacimenti in stile barocco, tra cui la facciata datata al XVII secolo.

Molto caratteristico è anche il mercatino dedicato alla cultura hippie tipica degli anni '60 e '70, che proprio qui ha trovato un notevole polo di irradiazione.

La città affonda le proprie origini in un passato molto lontano, essendo stata fondata dai Cartaginesi durante il VII secolo avanti Cristo.

Ibiza deve parte della sua cultura ed alcune caratteristiche architettoniche ancora piuttosto evidenti alla forte influenza araba, esercitata dalla dominazione musulmana durata dal 900 al 1235, periodo nel quale il nome della città venne mutato in "Yabisah".

I turisti che raggiungono la cittadina hanno la possibilità di coniugare visite di carattere culturale con il divertimento offerto dai numerosissimi club e locali notturni o con le lunghe ore di relax in spiaggia.