Spedire a Valladolid

Spedire a Valladolid

Con SpedireSubito.com è possibile spedire pacchi a Valladolid in modo semplice, veloce e garantito. SpedireSubito.com è un servizio online di spedizione tramite corriere espresso, con ritiro e consegna a domicilio. SpedireSubito.com è specializzato nella spedizione di pacchi per l’Europa, con tariffe tra le più convenienti sul mercato, chiare e trasparenti.



Spedire pacchi a Valladolid:


Spedire buste a Valladolid di documenti espresso via aerea con consegna in 24h:


Spedire vino a Valladolid:


Tempi di consegna per Valladolid:

I tempi di consegna sono molto rapidi e vanno da 48 ore a 92 ore. Per alcune zone remote di Valladolid il recapito dei pacchi potrebbe avvenire entro, e non oltre, i 7 giorni lavorativi. Per le spedizioni speciali, con pesi e dimensioni particolari, è possibile richiedere un preventivo personalizzato.

Procedura per spedire pacchi a Valladolid:

CLICCANDO SUL PULSANTE CORRISPONDENTE AL SERVIZIO DI SPEDIZIONE SCELTO SI VERRà INDIRIZZATI ALLA PAGINA DEL MODULO “MODULO ORDINE DI SPEDIZIONE”

Compilare i campi del Mittente e del Destinatario, specificando il giorno del ritiro da parte del nostro corriere, le specifiche sulla quantità e/o le dimensioni dei colli da spedire.

Una volta completata la fase di inserimento dei dati necessari per la spedizione, cliccare sul pulsante "Ordina Spedizione".

Si verrà indirizzati nella pagina di pagamento on-line; il pagamento della spedizione è anticipato con carta di credito, carta prepagata oppure account PayPal.

Ricordarsi che, per ricevere la fattura (non obbligatoria) bisogna compilare il modulo per la fatturazione e/o la ricevuta fiscale, specificando codice fiscale ed eventuale partita iva.

Il completamento di tutta la procedura è obbligatorio, al fine di confermare l'ordine di spedizione e il relativo ritiro del pacco da parte del vettore incaricato.

Per usufruire di questo servizio è necessaria una stampante, infatti, bisogna stampare l'etichetta di spedizione ricevuta tramite email, ed attaccarla al pacco da spedire.

Cosa pensano di noi i nostri clienti:


Informazioni su Valladolid:

Valladolid è una città della Spagna di 315.522 abitanti situata nella Comunità Autonoma di Castiglia e Léon.

Capoluogo della Comunità Autonoma di Castiglia e Leòn, la città è situata sulla confluenza dei fiumi Pisuerga e Esgueva, difatti si ipotizza che il nome provenga proprio da questa particolare locazione, in celtico veniva chiamataa Vallis Tolitum ossia Valle delle acque, la città è anche conosciuta come Pucela o Pincia, la prima perchè si pensa che alcuni soldati della città combatterono a fianco di Giovanna D'Arco contro gli inglesi, la quale veniva chiamata donzella, in spagnolo pucelle, da qui la derivazione; mentre la seconda  deriva dal fatto che nei dintorni vi era un insediamento celtico, chiamato proprio pincia, e con questo termine veniva riconosciuta la città.
Origini della città si hanno già dall'antichità, con tribù celtiche-iberiche, anch'essa come molte città spagnole fu conquistata dai musulmani, liberata da Alfonso IV, esso ne concesse la signoria al conte Pedro Ansurez, che costruì qui il suo palazzo.

La chiesa de la Anigua e la Colegiata de Santa Maria, cresciuta notevole si ebbe sotto i re Alfonso VIII e Alfonso X, grazie anche poi alla reconquista della Spagna, la città veniva usata come residenza reale e qui , la regina Maria de Molina, si fece costruire la propria residenza o meglio l'Alcazarejo fu trasformato in Alcàzar Reale.

Nel Palacio de los Vivero, il re Fernando V d'Aragona prese in sposa in gran segreto Isabella I di Castiglia, venne in seguito istituito, nella città, il Tribunale di Chancilleria e nel 1500 quello dell'Inquisizione per glia atti di eresia.

Nella città morì nel 1506 Cristoforo Colombo, oggigiorno è possibile visitare la sua casa-museo, poco dopo, a Valladolid morì anche Ettore Fieramosca nel 1515, nel frattempo nel 1521 nacque a Valladolid Filippo II che si impegnò nel ricostruirla dopo che fu praticamente distrutta da un incendio, lo stesso Filippo II spostò però la capitale del regno, dalla città di Valladolid, a Madrid, questo comportò un periodo di decadenza a causa dello spostamento dell'intera corte, che vi ritornò nel 1601, ma si trasferì nuovamente cinque anni dopo.

La ripresa dopo il periodo di decadenza si ebbe nel 19esimo secolo, con la creazione di nuove strade e l'arrivo della ferrovia, nel XX secolo Valladolid abbracciò volentieri la Repubblica che si instaurò nel 1931, durante la guerra civile, la città si divise nei due schieramenti contrapposti, e nel dopoguerra, la città iniziò a cambiare notevolmente, si iniziarono a insediare industrie, aumentarono notevolmente gli immigrati, in città nacquero nuovi quartieri, che cambiarono radicalmente la città, in molte zone antiche, i palazzi venivano demoliti per far posto a condomini che rovinavano l'estetica e l'armonia cittadina, con il ritorno della repubblica, dopo il regime di Franco, Valladolid ha continuato a crescere ed ad aumentare i confini cittadini, inglobando molti comuni limitrofi.
Valladolid presenta tantissimi edifici e monumenti, anche in seguito ai demolimenti avvenuti nell'espansione e riammodernamento cittadino, come La Catedral de Nuesta Senora de la Asunciòn, rimasta incompiuta a causa dello spostamento della corte a Madrid fu inaugurta nel 1668 all'interno oltre ad ammirare la bellissima pala d'altare è da visitare il Museo Diocesano,

Di prorompente bellezza è la Chiesa di Santa Maria la Antigua con il suo camapanile romanico, tappe sono anche la chiesa di San Pablo, l'Università di Diritto con la bellissima facciata barocca e il Collegio di Santa Cruz in stile rinascimentale e sede di una grande e ricca biblioteca.

Varie sono le piazze cittadine e la più importane è Plaza Mayor, fondata nel XIII, la prima in Spagna, la piazza fu d'ispirazione per quella di Madrid e per le altre città Spagnole, troviamo anche dei Musei, uno di importanza rilevante è il Museo Nazionale Di Scultura, pieno di sculture in legno, e il Museo Della Scienza.

Non meno importante sono il Museo Nazionae di Scultura, il Museo di Arte Contemporanea Spagnola nel Patio Herreriano e la Casa-museo di Josè Zorilla.

La città offre ai turisti diverse intrattenimenti si segnala la celebrazione della Semana Santa, festa molto sentita in città, che si distingue per bellezza importantanza e la devozione dei fedeli, offre anche un'ottima cucina locale, con le specialità quali il lechazo asado, l'agnellino di latte arrosto e il cocido castellano, una zuppa con base di brodo aglio uova e pancetta.

La città situata a soli 200 km dalla capitale è dotata di aeroporto a soli 14 km dal centro storico, perfettamente collegata con numerosi voli sia europei che nazionali delle città di Valencia e Barcellona.

Il CAP di Valladolid è: 47001-47016