Spedire ad Innsbruck

Spedire ad Innsbruck

Con SpedireSubito.com è possibile spedire pacchi ad Innsbruck in modo semplice, veloce e garantito. SpedireSubito.com è un servizio online di spedizione tramite corriere espresso, con ritiro e consegna a domicilio. SpedireSubito.com è specializzato nella spedizione di pacchi per l’Europa, con tariffe tra le più convenienti sul mercato, chiare e trasparenti.



Spedire pacchi ad Innsbruck:


Spedire buste ad Innsbruck di documenti espresso via aerea con consegna in 24h:


Spedire vino ad Innsbruck:


Tempi di consegna per Innsbruck:

I tempi di consegna sono molto rapidi e vanno da 48 ore a 92 ore. Per alcune zone remote di Innsbruck il recapito dei pacchi potrebbe avvenire entro, e non oltre, i 7 giorni lavorativi. Per le spedizioni speciali, con pesi e dimensioni particolari, è possibile richiedere un preventivo personalizzato.

Procedura per spedire pacchi ad Innsbruck:

CLICCANDO SUL PULSANTE CORRISPONDENTE AL SERVIZIO DI SPEDIZIONE SCELTO SI VERRà INDIRIZZATI ALLA PAGINA DEL MODULO “MODULO ORDINE DI SPEDIZIONE”

Compilare i campi del Mittente e del Destinatario, specificando il giorno del ritiro da parte del nostro corriere, le specifiche sulla quantità e/o le dimensioni dei colli da spedire.

Una volta completata la fase di inserimento dei dati necessari per la spedizione, cliccare sul pulsante "Ordina Spedizione".

Si verrà indirizzati nella pagina di pagamento on-line; il pagamento della spedizione è anticipato con carta di credito, carta prepagata oppure account PayPal.

Ricordarsi che, per ricevere la fattura (non obbligatoria) bisogna compilare il modulo per la fatturazione e/o la ricevuta fiscale, specificando codice fiscale ed eventuale partita iva.

Il completamento di tutta la procedura è obbligatorio, al fine di confermare l'ordine di spedizione e il relativo ritiro del pacco da parte del vettore incaricato.

Per usufruire di questo servizio è necessaria una stampante, infatti, bisogna stampare l'etichetta di spedizione ricevuta tramite email, ed attaccarla al pacco da spedire.

Cosa pensano di noi i nostri clienti:


Informazioni su Innsbruck:

Innsbruck, facilmente raggiungibile sia in auto che in treno anche dall’Italia, è una città austriaca di oltre 130mila abitanti, capoluogo del Tirolo settentrionale, e quinta città austriaca per numero di abitanti. Il suo nome deriva da due parole, "Inn" e "Bruck", e si traduce letteralmente in "ponte sull’Inn", fiume che attraversa la città. Conosciuta nel mondo soprattutto come sede importante per lo sport invernale, è stata per due volte scelta come sede delle Olimpiadi invernali, nel 1964 e nel 1976, ma dispone di numerose attrazioni turistiche a partire da chiese e musei, per continuare con i meravigliosi parchi, le gallerie d’arte, ed anche la sua cucina con le tipiche specialità tirolesi. Anche se le fonti storiche parlano di insediamenti nella zona di Innsbruck a partire dall’età della pietra, fu all’epoca dell’impero romano che nella zona si iniziarono a costruire delle fortificazioni, e divenne un’area di passaggio molto importante tra il sud ed il nord dell’Europa. Innsbruck divenne una cittadina in tutto e per tutto nel 1239, e 10 anni dopo passò sotto il controllo del Conte Alberto III, che estendeva il suo controllo a tutta la valle del Tirolo. Due secoli dopo Innsbruck divenne la Capitale del Tirolo stesso. Gli "anni d’oro" di Innsbruck furono quelli del XV e XVI secolo, nei quali la cittadina ebbe un notevole sviluppo, sia dal punto di vista culturale che da quello finanziario. In particolare durante il regno di Massimiliano I, dotato di grandi capacità organizzative, e che fece realizzare il palazzo denominato "Tetto d’Oro - il Golden Dachl", caratterizzato da una facciata stupenda e soprattutto da un tetto su cui si trovano quasi 3000 tegole di rame, ma placcate in oro; un tetto che ancora oggi rappresenta il vero simbolo di Innsbruck. Anche nei secoli successivi la città venne arricchita da numerosi palazzi, come quelli di Hofburg e di Triumphforte, edificati per volere dell’imperatrice Maria Teresa. In quegli anni l’architettura cittadine sentì molto l’influenza dello stile della famiglia Türing e di quello della famiglia Gumpp. Innsbruck è passata in due diverse occasioni sotto il controllo della Baviera, per poi tornare a far parte dell’Austria dopo la celebrazione del congresso di Vienna, nel 1814. Ulteriore sviluppo alla cittadina arrivò a fine 1800, all’epoca della rivoluzione industriale, ed anche grazie all’ammodernamento del collegamento del passo del Brennero. Come tutta l’Austria, Innsbruck al tempo del nazismo fu annessa alla Germania, e solo dopo la fine della IIa guerra mondiale iniziò il percorso di rinascita. Tra le attrazioni turistiche si segnalano l’Alter Landaus, un palazzo in stile barocco dalle enormi dimensioni che si trova nel centro storico, ed è attualmente la sede del Parlamento, realizzato da Georg Anton Gumpp negli anni tra il 1725 ed il 1728, l’Alpenzoo, che si trova a nord del centro storico, che con i suoi 727 metri di altezza sul "livello del mare", è senza dubbio lo zoo più alto del mondo, in cui gli animali vengono lasciati liberi nel loro ambiente naturale. Altre attrazioni sono l’Arco di Trionfo, che nonostante sia stato eretto nel XVIII secolo in Leopoldstrasse, ricorda molto quelli di epoca romana, e l’Helblinghaus, edificio che è caratterizzato da una facciata in stile tardo-gotico. Tra gli edifici religiosi il Duomo di San Giacomo, in stile barocco e la Basilica di Wilten. Per quanto riguarda i musei, il Museo del Tirolo, sempre nel centro storico della cittadina ed il Museo dei cristalli Swarowski.

Joomla SEF URLs by Artio