Camion del futuro

Spedizioni e trasporti con tir senza pilota e self driving


camion-self-drive


La società americana Uber, non soddisfatta del grande successo riscosso per il servizio di trasporto inaugurato nelle più grandi città del mondo, ha intenzione di allargare il proprio giro d'affari inglobando anche il settore relativo al trasporto merci sulle lunghe distanze.

Come? Grazie alla rivoluzionaria tecnologia di guida autonoma recentemente acquistata dalla startup denominata Otto, fondata durante lo scorso mese di gennaio da Lior Ron, ex manager di Google Maps.

L'investimento affrontato da Uber ammonta a 680 milioni di dollari, una spesa che dà fiducia a quella che per adesso è ancora una vera e propria scommessa, ovvero un futuro nel quale le autovetture ed i camion si guideranno da sole per il 90% del tempo di percorrenza, nel più totale rispetto dei limiti di sicurezza e di velocità imposti dalla legge.

Siamo ancora in un periodo di sperimentazioni, ma la flotta di Otto è già composta da sei camion self drive che dovrebbero raggiungere le quindici unità il prossimo anno.

Il 2017 dovrebbe segnare il debutto dei camion auto-guidati, con le prime consegne a negozi e magazzini.

Tuttavia, per assistere al primo viaggio di un tir completamente indipendente dal lavoro umano sarà necessario attendere ancora alcuni anni.

Gli esperti del settore parlano di un paio di decenni, necessari ad un adeguamento delle leggi in merito e alla completa accettazione culturale di un mezzo che si diriga in maniera totalmente indipendente da un punto prefissato all'altro.

Per motivi di sicurezza, i camion progettati da Otto e acquistati da Uber, necessitano di un autista e di un ingegnere regolarmente presenti all'interno dell'abitacolo.

Per accelerare i tempi, Uber sembra intenzionata a dotarsi di partner affidabili e che si intendano di trasporti: fra questi figurano le aziende americane XPO Logistics e CH Robinson.

La prima dispone di un fatturato annuo pari a 15 miliardi di dollari e di un bacino d'utenza superiore ai 50 mila clienti disseminati in 34 diversi paesi, la seconda di un fatturato vicino ai 14 miliardi di dollari e di una collaborazione forte di 46 mila clienti sparsi per il mondo.

Uber, insieme alla tecnologia di guida autonoma varata da Otto, ha acquisito anche i permessi governativi rilasciati dal California Department of Mothor Vehicles e dall'US Department of Transportation, utili ad eseguire test di auto-guida sulla maggior parte delle strade pubbliche americane.


tir-self-drive-otto-camion-del-futuro


Nel momento in cui Otto è stata acquisita da Uber, l'azienda contava soli cento dipendenti, che oggi hanno trasferito le loro scrivanie presso il quartier generale della società con sede a San Francisco, leader nel settore del trasporto automobilistico e responsabile della rivoluzionaria introduzione dell'app che mette in collegamento diretto autisti e passeggeri.

Gli ex dipendenti di Otto e gli ingegneri di Uber, al momento sono al lavoro sul perfezionamento di una tecnologia di auto-guida da applicare ai mezzi pesanti, ma anche sulla realizzazione di app evolute utili alla navigazione stradale, al tracking delle merci trasportate autonomamente ed alla mappatura completa del territorio.

Uber è al lavoro anche per ridurre i costi di trasporto, evitando che i mezzi pesanti debbano percorrere tragitti privi di carico e quindi applicando al settore della mobilità e del trasporto merci una tipologia di spostamenti ottimizzata e più intelligente rispetto al recente passato.

Di sicuro c'è che Uber, così come molte altre aziende che si occupano di trasporti e tecnologie applicabili alle autovetture, negli ultimi tempi sta abbracciando quello che sembra essere il mercato del prossimo futuro, ovvero lo studio di interfacce elettroniche, sensori e tools di ogni genere, in grado di rendere le auto più sicure ed avvicinare sensibilmente la tecnologia all'obiettivo primario della guida autonoma.

Insomma, il futuro dei trasporti sembra già tracciato e nel frattempo arrivano i primi successi.

Otto e Budweiser, infatti, proprio nei giorni scorsi hanno realizzato la prima consegna di un carico importante effettuata da un camion a guida autonoma.

L'esperimento, andato perfettamente a buon fine, è consistito nella programmazione di un tir self drive che aveva il compito di consegnare un carico di 52 mila lattine di birra presso un magazzino situato a Loveland, Colorado.

Il camion ha coperto circa 160 chilometri, partendo da Fort Collins e portando brillantemente a termine l'incarico assegnatogli impiegando sole due ore di viaggio ed in modalità di guida completamente autonoma.

A bordo era presente soltanto un conducente deputato a controllare che tutto andasse per il verso giusto.

Per adesso, infatti, le normative statunitensi, così come farebbero quelle della maggior parte dei paesi del mondo, obbligano società come Otto, Google e Tesla (che stanno predisponendo esperimenti simili) a far salire una persona sul mezzo di trasporto allo scopo di intervenire sui comandi meccanici in caso di pericolo o necessità, qualora la guida autonoma dei tir non funzionasse correttamente.


Con noi di SpedireSubito.com la spedizione di pacchi è semplice, veloce e garantita!

Effettua ora una spedizione pacchi con corriere espresso tramite i nostri servizi!

Spedisci ora!


Spedizione pacchi: come spedire pacchi

Consigli e soluzioni utili per la spedizione di pacchi con corriere

Spedizione-pacchi

Con noi di SpedireSubito.com è possibile effettuare la spedizione di pacchi in Italia ed Europa in pochi e semplici passi.

Che tu debba spedire oggetti come libri, vestiario ed abiti, piccoli elettrodomestici e beni personali con i nostri servizi di spedizione è possibile con la comodità di effettuare la spedizione di un pacco con corriere espresso comodamente da casa, grazie ad un servizio di spedizione pacchi internazionale con ritiro e consegna a domicilio.

Imballare merce per la spedizione di pacchi:

Prima di effettuare la nostra spedizione di pacchi è bene assicurarsi che la merce sia imballata in modo corretto e sicuro.

Grazie alle nostre indicazioni su come imballare pacchi per la spedizione potrai effettuare la tua spedizione in modo sicuro, garantire l’integrità del pacco e della merce contenuta in esso dal momento del ritiro fino al momento della consegna al destinatario, essendo sicuri che la merce venga trasportata in un imballo idoneo.

Come effettuare la spedizione di pacchi:

Per effettuare le spedizioni di pacchi online per prima cosa bisogna scegliere se effettuare la spedizione di pacchi in Italia oppure se effettuare la spedizione di pacchi in Europa, e compilare il relativo modulo ordine di spedizione con i dati richiesti quali: indirizzo completo di ritiro, indirizzo completo di consegna, giorno in cui desideriamo il ritiro a domicilio ed il peso e le dimensioni di uno o più pacchi che necessitiamo spedire.

Terminata la procedura di compilazione del modulo ordine di spedizione cliccando sull’apposito bottone “ordina spedizione” sarete riportati ad una pagina di pagamento online, effettuando la procedura di pagamento online attraverso il circuito PayPal con carte di credito e carte prepagate, si riceveranno tramite email le etichette di spedizione dopo qualche decina di minuti dal pagamento, che dovranno essere stampate ed applicate al pacco o pacchi da spedire, portando così a termine la vostra procedura per la spedizione di pacchi.

Costi per la spedizione di pacchi:

I costi per le spedizioni in Italia sono veramente economici ed infatti è possibile spedire pacchi in Italia a prezzi veramente convenienti, e sono:

Pacco fino a 15 Kg

€ 12,50 IVA inclusa.

Pacco fino a 30 Kg

€ 18,00 IVA inclusa.

Pacco fino a 60 Kg

€ 21,00 IVA inclusa.

Anche i costi per le spedizioni in Europa sono economici, ed infatti è possibile spedire pacchi in Europa a prezzi veramente competitivi, e sono:

Pacco fino a 15 Kg

€ 26,40 IVA inclusa.

Pacco fino a 30 Kg

€ 35,00 IVA inclusa.

Pacco fino a 60 Kg

€ 55,00 IVA inclusa.

Da come possiamo osservare dalle tabelle, i costi di spedizione sono molto convenienti sia per l’Italia che per l’Europa e le tariffe sono senza applicazione del peso volumetrico, ovvero si paga solamente per il peso effettivo del pacco e non per il suo ingombro, di norma queste spedizioni di pacchi vengono effettuate tramite corrieri espressi di alta gamma come: corriere UPS ma anche altri corrieri come il corriere TNT oppure il corriere DHL.

Vantaggi della spedizione di pacchi online:

I vantaggi dell’effettuare una spedizione di pacchi online possono essere svariati e differenti come per esempio la comodità di prenotare una spedizione ovunque ti trovi, semplicemente con un tablet, uno smartphone oppure un computer, il ritiro a domicilio tramite corriere espresso oppure la consegna ad un punto di raccolta autorizzato meglio conosciuti con il nome di access point tramite il quale è possibile lasciare il pacco per farlo partire, evitando di attendere il corriere a domicilio, una consegna a domicilio con più tentativi qualora il destinatario non fosse reperibile, una spedizione veloce e tracciabile online in tempo reale tramite il sistema di ricerca spedizioni che trovate sul nostro sito, tramite il quale è possibile seguire ogni spostamento in tempo reale delle vostre spedizioni.

Tempi di consegna per la spedizione dei pacchi:

I tempi di consegna per la spedizione di pacchi variano in base alla destinazione per esempio, i tempi di consegna per l’Italia sono di norma di 24-48 ore lavorative, 72 per le località remote, mentre i tempi di consegna per l’Europa sono di norma di 48-72 ore lavorative, entro e non oltre i 7 giorni per le località considerate remote.

Tramite i servizi di spedizione speciali è possibile spedire pacchi e pallet con ritiro e consegna a domicilio in 24 ore lavorative, tramite l’apposito modulo di preventivo è possibile richiedere una quotazione gratuita e non impegnativa per una spedizione via aerea in 24 ore.

Spedizione di pacchi ingombranti e merci particolari:

Tramite i servizi di spedizione da noi offerti è possibile spedire pacchi ingombranti come pallet e pedane, che contengono merci particolari come per esempio televisori, elettrodomestici, biciclette e molto altro, ma anche merci delicate come bottiglie di vino e latte di olio che necessitano di un imballo particolare e certificato per poter esser trasportate e spedite in Europa oppure negli Stati Uniti d’America.

Ma non finisce qui: con i servizi speciali è anche possibile spedire api ed insetti per la bio agricoltura ed anche mosche, grilli, esche, bombi, lombrichi e lumache ovviamente utilizzando appositi e specifici imballi ed inserendo i nutrimenti necessari per gli insetti al fine di sopravvivere per tutta la durata del trasporto, sempre rispettando le condizioni stabilite dal corriere utilizzato.


Con noi di SpedireSubito.com la spedizione di pacchi è semplice, veloce e garantita!

Effettua ora una spedizione pacchi con corriere espresso tramite i nostri servizi!

Spedisci ora!


La strada più pericolosa del mondo

Il camino de la Muerte


strada-più-pericolosa-del-mondo



Una strada pericolosa

La Bolivia è un paese che comprende parte della foresta più grande del mondo come quella dell'Amazzonia, ma ha anche un altro primato riguardo alla cosiddetta "strada della morte", chiamata in loco "Camino de la Muerte" che risulta essere la strada più pericolosa del mondo.

Copre un percorso che è di circa 60 km da La Paz fino a Coroico e attraversa 3 provincie che si trovano nelle montagne come quelle di Murillo, Pedro Domingo e Nor Yungas.

Per chi non la conosce fin qui sembrerebbe che non ci sia nulla di particolare, ma basta guardare qualche immagine per cominciare ad avere paura.

La strada è sterrata, senza parapetti, guardrail o muretti che possano delimitare il bordo stradale, che è sempre costeggiato lungo tutto il percorso da precipizi a picco ricoperti di vegetazione, ma dei quali non si intravede il fondo.

Inoltre in un percorso relativamente breve la strada più pericolosa del mondo alias Camino de la Muerte, si inerpica fino a un'altitudine massima di 4700 metri in corrispondenza del passo de La Cumbre.

Ci sono quindi 3640 metri di dislivello fino alla fine del percorso, dove si trova la località di Coroico a 1525 metri.

Questo significa che chi percorre la strada passa da un clima freddo a uno caldo umido tipico della foresta amazzonica e comunque di un'altezza ragguardevole, che comporta altri disagi.

Le variazioni climatiche tipiche del tempo boliviano sono un altro grande problema per chi si avventura sulla strada della morte.

Spesso piove, c'è umidità, condensa e questa combinazione di fattori crea anche pericolosi banchi di nebbia che si trovano sia sulla strada che nei precipizi e, non di rado, si incontra la neve.

Sembra quindi di viaggiare a bordo di una nuvola e la visibilità può ridursi a pochi metri, trasformando il viaggio in una sfida al destino o alla fortuna pensando costantemente a quando si arriverà a destinazione.


La storia della strada della morte

La storia vuole che la strada più pericolosa al mondo sia stata costruita scavando lungo i pendii delle montagne dalla fittissima vegetazione.

Fu realizzata all'inizio degli anni '30 da operai fatti prigionieri durante la Guerra del Chaco e di origini paraguaiane.

Anche tra di loro i morti non furono pochi e non solo perché mancavano le più elementari misure di sicurezza, ma perché fu un lavoro al limite della resistenza fisica.

La strada inoltre era e lo è tutt'oggi, soggetta alla caduta di massi, pietrame e frane a causa sia delle piogge di un clima subtropicale, ma anche alla presenza di numerosi corsi d'acqua che scendono a cascata tra la boscaglia e attraversando la stesso manto stradale.

L'erosione dell'acqua negli anni ha provocato ulteriori vittime per il cedimento stradale, per l'impossibilità di mantenere il controllo dei mezzi e anche per quello di non riuscire a vedere chiaramente il bordo stradale, che cambia continuamente pure per chi la conosce bene.



camino-de-la-muerte


L'incidente più grave della storia della Bolivia

Nel luglio del 1983 ci fu un incidente disastroso proprio sul Camino de la Muerte che provocò quasi 100 morti.

Un autobus precipitò giù da un dirupo e la pericolosità della strada si dimostrò in tutta la sua crudeltà.

In seguito a questo tragico avvenimento fu la Inter American Development Bank, cioè la Banca Americana di Desarrollo, che per la prima volta parlò e la defini così la "strada più pericolosa al mondo".

Le tante vittime di questa pericolosissima strada sono segnalate da molte croci presenti sul percorso.

Nel 1990 fu chiaro che era necessario apportare quelle modifiche possibili, le uniche per la verità, che in qualche modo potevano in parte tutelare la sicurezza do chi utilizzava il Camino de la Muerte.

Si decise di cambiare le regole della strada con gli autisti che dovevano trovarsi a sinistra, in modo da poter vedere al meglio dove finisse il bordo stradale, specie quando incrociavano altri mezzi; diventando così l'unica strada dello stato boliviano a rispettare la guida a sinistra.

L'incrocio con altri mezzi è uno dei momenti più delicati e al cardiopalma, in quanto la strada è larga meno di 4 metri, quindi le manovre devono essere eseguite con la massima attenzione calcolando anche il centimetro.

La precedenza viene data ai mezzi che salgono che oltre ad effettuare una viaggio rischioso devono affrontare gallerie non illuminate.

La guida all'inglese ha diminuito la mortalità su questo incredibile quanto affascinante percorso, ma non l'ha certo debellata.

Ogni anno, infatti, si registrano almeno 200 morti e non solo tra gli autisti di macchine, fuoristrada, camion, autobus e altri mezzi, ma anche tra i ciclisti, che si avventurano sfidando la strada più pericolosa al mondo.


Il ciclismo ed il turismo sul Camino de la Muerte

Nel 2007 l'ultimo tratto della strada più pericolosa del mondo è stato sostituito e affiancato da una nuova più agevole, ma rimane il fascino del Camino de la Muerte che attira turisti e soprattutto i ciclisti esperti da tutto il mondo.

Lo sterrato diventa per questi ultimi una sfida alle loro capacità, alla preparazione professionale ma anche alcuni di loro hanno trovato la morte, come è accaduto nel 2014 dove hanno perso la vita ben 3 ciclisti e la loro guida.


ciclismo-su-strade-pericolose


L'aspetto curioso della morte è stata l'enfatizzazione a livello turistico della sua pericolosità, tanto che sono nate diverse agenzie di viaggi con nomi molto evocativi quanto terrificanti, come "La vedova nera", "Vertigo" o "Barracuda".

La strada della morte è adrenalinica per chi ama luoghi e sport estremi, ma è anche un luogo naturalistico di incontenibile bellezza, dove gli alberi della foresta amazzonica e delle Ande ricoprono come un tappeto tutta la superficie.

Si possono anche osservare i condor che svettano tra le cime dove ci sono nevi perenni e i cambiamenti meteorologici repentini e che incantano.

Le visite della strada pià pericolosa del mondo ovvero la strada della morte per chi vuole provare questa ebrezza, sono sempre in compagnia di guide esperte, al pari di chi vuole fare delle scalate o delle escursioni, oppure semplicemente osservare il passaggio che significa senza ombra di dubbio assistere a qualcosa di unico e veramente emozionante.


Cerchi un corriere espresso per una spedizione?

Spedire con SpedireSubito.com è semplice, veloce e garantito!

Spedisci ora!

Come funzionano i trasporti eccezionali ed estremi

trasporti-eccezionali

I trasporti eccezionali ed i trasporti estremi rappresentano servizi che permettono di poter riuscire ad effettuare lo spostamento di merci pesanti ed ingombranti senza alcun tipo di problema.

Ovviamente si tratta di particolari tipi di merci che risultano essere di dimensioni elevate e di forme particolari che non permettono di poter essere caricate nei classici mezzi di trasporto.

La storia del trasporto

Fin dall'alba dei tempi si potrebbe parlare di trasporti eccezionali ed estremi, seppur questo concetto non era di certo presente nel vocabolario delle popolazioni antiche.

Anche diversi millenni fa, quando le merci venivano trasportate con carrozze e vagoni particolari, si poteva già sentire parlare di trasporti eccezionali, soprattutto quando questi oggetti venivano posti sui mezzi del periodo e non permettevano un corretto spostamento.

Oggi invece, si fa riferimento ad un tipo di servizio che si è costantemente evoluto: viste le esigenze di dover trasportare merci differenti è stato possibile notare come, le compagnie che effettuano questo tipo di trasporto, abbiano deciso di apportare delle modifiche ai vari mezzi per poterli adeguare.

Allo stesso tempo è importante sottolineare come quando oggi si parla di questi particolare servizi di spedizione e trasporto merci, si fa riferimento ad un tipo di mansione che risulta essere sicura e che offre una vasta gamma di vantaggi ad una persona che richiede determinate merci.

Col codice della strada costantemente aggiornato, oggi è possibile notare come questo servizio, riesce ad essere in grado di soddisfare le reali esigenze dei clienti.

Nel 2016 questo servizio di trasporti è regolato da una serie di normative che riescono ad essere precise e che regolano appunto tale tipologia di servizio in una maniera tanto chiara quanto precisa e piacevole da adoperare.

L'evoluzione dei mezzi di trasporto

I mezzi di trasporto che vengono adoperati per tale tipologia di mansione riescono ad essere ovviamente precisi e perfetti.

La loro costante evoluzione nasce nel momento in cui viene ben definito il concetto di trasporto eccezionale ed estremo: grazie a questi parametri, i veicoli sono stati resi maggiormente resistenti, sicuri da guidare e soprattutto in grado di mantenere una temperatura costante, che non sarà superiore o inferiore a determinati parametri, che permette di mantenere appunto stabile la temperatura presente all'interno del rimorchio stesso, con la merce che non verrà mai alterata.

Di conseguenza è possibile notare come, tale tipologia di veicoli, vengono prodotti in maniera attenta e precisa e verificati nei loro tipi di caratteristiche in modo tale che sia possibile poter evitare delle conseguenze negative durante il trasporto stesso.

Le dimensioni dei veicoli

I veicoli per poter effettuare tali trasporti devono possedere delle dimensioni ben precise, che di fatto permettono di poter effettuare il trasporto stesso.

Bisogna mettere in risalto come, in primo luogo, il mezzo di trasporto deve essere lungo non più di 16.50 metri e la sua altezza non deve superare i 4 metri.

Per quanto riguarda la larghezza deve essere non superiore ai 2,25 metri.

Tutte queste dimensioni devono essere ovviamente prese in considerazione col veicolo completamente vuoto.

Sarà inoltre possibile notare come, la lunghezza, potrà essere al massimo di 18.50 metri se, al veicolo, viene collegato un rimorchio.

Il trasporto eccezionale ha anche un peso massimo, che risulta essere pari a quaranta tonnellate.

Esse sono le diverse misure che vengono ovviamente dettate dalla legge e che devono essere sempre e comunque rispettate.

Questi veicoli possono viaggiare solo in determinate fasce della giornata, come ad esempio durante la notte, ed il loro transito potrebbe essere vietato nei giorni festivi e nel fine settimana.

Le tipologie di merci che vengono spedite tramite questi servizi

Sono diverse le tipologie di merci che si possono trasportare sfruttando al massimo i trasporti estremi stessi senza che vi possano essere delle complicazioni.

Generalmente si parla di merci non divisibili e ingombranti, come possono essere ad esempio gli edifici in legno oppure dei fabbricati che sono stati strutturati per poter essere appunto spostati sfruttando questo particolare metodo.

Oltre a questo particolare tipo di struttura, come merci si intendono anche le pietre sagomate di dimensioni elevate che, di fatto, rientrano in quella categoria di articoli che possono essere facilmente trasportati con dei particolari mezzi di trasporto.

Altre merci che si possono trasportare in via del tutto eccezionale sono quelle che, pur essendo divisibili, superano lateralmente i tre decimi di sporgenza previsti dal codice della strada.

I benefici del trasporto eccezionale

Questo tipo di trasporto permette di poter effettuare la lavorazione in diversi settori.

Basta pensare a quello edile, quando devono essere installate delle particolari strutture in una determinata zona oppure a quello di lavorazione di particolari oggetti di dimensioni elevate.

Sarà quindi possibile poter riuscire a lavorare in maniera precisa e perfetta grazie a tale tipologia di servizio di spedizione, il quale permette di evitare di effettuare diversi trasporti o di dividere delle merci che dovrebbero non essere mai frazionate.

Questi sono i vantaggi che si possono ottenere grazie a tale tipologia di servizio.


Cerchi un corriere espresso per un trasporto?

Spedire con SpedireSubito.com è semplice, veloce e garantito!

Spedisci ora!

Come effettuare trasporti e spedizioni in Francia

trasporti-spedizioni-in-Francia

Spedire in Francia con SpedireSubito.com

Spedire in Francia al giorno d'oggi, risulta essere molto semplice e piacevole, nonché rapido ed economico: basterà infatti sfruttare il nostro sito web www.SpedireSubito.com che permetterà, ad una persona, di poter raggiungere tale obiettivo quindi di effettuare trasporti e spedizioni in Francia senza che vi possano essere complicazioni di ogni genere.

Le spedizioni in Francia rapide e veloci

Le spedizioni in Francia, in città come Parigi, Lione e altre dove il turismo italiano risulta essere molto elevato, rappresenta una missione che, al giorno d'oggi, potrà essere effettuata senza dover sudare le proverbiali sette camice e senza compiere delle difficoltà che, effettivamente, non fanno altro che rendere complesso la fase di prenotazione di un trasporto espresso.

Oggi grazie al nostro sito web, sarà possibile inviare i pacchi in tutte le maggiori città francesi senza dover spendere una fortuna e senza andare incontro a delle conseguenze negative che, effettivamente, rendono meno piacevole effettuare tale tipologia di operazione.

Mettiamo a disposizione dei nostri clienti tantissimi servizi di spedizione che richiedono pochissimi passaggi grazie ai quali, in tempi veramente rapidi, sarà possibile poter ricevere il pacco in maniera immediata.

Vediamo ora il modo standard di spedire pacchi e successivamente i costi ed il servizio nel dettaglio.

Cosa occorre per spedire i pacchi

Per spedire i pacchi sfruttando i nostri servizi di trasporto occorrono veramente pochissimi dati, che possono essere reperiti in maniera semplice e veloce.

I primi sono i dati del mittente e del destinatario: essi sono molto importanti in quanto permetteranno, al corriere che effettuerà la spedizione, la concreta possibilità di poter operare in una maniera che risulta essere veramente semplice.

Questi dati dovranno essere inseriti nel modulo ordine spedizione e dovranno essere posti in maniera precisa.

Gli altri dati riguardano invece peso e dimensioni di uno o più pacchi: questo in quanto, per ogni tipologia di pacco, viene applicata una tariffa differente ed il pacco stesso potrebbe essere inserito in una delle categorie dei servizi di trasporto speciali.

Inoltre bisogna anche verificare il tipo di oggetto che deve essere inviato, in maniera tale che sia possibile evitare di commettere degli errori che risultano essere poco piacevoli da affrontare, è possibile consultare la lista degli oggetti proibiti da spedire direttamente dal sito internet.

Con questi semplicissimi passaggi si avrà la concreta opportunità di poter riuscire ad inviare i pacchi in una maniera che risulta essere precisa e perfetta sotto ogni punto di vista e senza che vi possano essere delle complicazioni di ogni natura.

La spedizione di un pacco semplice

Effettuare la spedizione di un pacco semplice in Francia ha dei costi ch risultano essere differenti a seconda del peso del pacco stesso.

Un pacco fino a quindici chili avrà un costo di spedizione pari a 26,40 euro.

Un pacco fino a trenta chili avrà un costo di spedizione che sarà pari a 35,00 euro.

Un pacco fino a sessanta chili avrà un costo di spedizione pari a 55,00 euro, oltre tale peso bisogna effettuare una spedizione per pacchi ingombranti extralarge e pallet.

Bisogna mettere in risalto come, ogni tipologia di pacco semplice, potrà essere spedito in ogni zona della Francia e il codice di tracciamento permetterà di seguire la suddetta spedizione direttamente da casa o col dispositivo mobile tramite l'apposita pagina dedicata cerca spedizioni, tramite il quale è possibile seguire ogni spostamento del pacco in tempo reale per tutte le spedizioni effettuate tramite i migliori corrieri espressi.

Da aggiungere il fatto che, salvo giorni festivi di mezzo oppure sabato e domenica, il pacco verrà recapitato entro settanta due ore, salvo casi in cui vi possano essere scioperi o altre tipologie di problematiche che vanno oltre le capacità risolutive offerte dal sito web.

Una spedizione particolare

Ma in Francia sarà possibile poter inviare anche dei pacchi ingombranti: questi sono quelli che superano i sessanta chili di peso, oppure pallet e pedane in legno, il cui costo potrebbe subire delle variazioni a seconda del suddetto peso.

Nelle spedizioni effettuate tramite i servizi speciali rientra anche la spedizione di vino in Francia: esso deve venire diviso in contenitori da sei bottiglie.

Dodici bottiglie quindi comportano la spedizione di due scatole, ciascuna contenente sei bottiglie, il cui costo per la spedizione di vino in Francia risulta essere pari a 55,00 euro.

Sei bottiglie verranno spedite con un costo di 35,00 euro, mentre diciotto botiglie sarà possibile spedirle al costo di 65,00 euro.

Si passa poi a quattro cartoni, ovvero ventiquattro bottiglie di vino o spumante, con costo di 75,00 euro, quelle da trenta e trentasei bottiglie hanno un costo rispettivo di 85,00 euro e 95,00 euro.

Per quanto riguarda la spedizione di olio d'oliva in Francia, si possono spedire dalle due alle dodici latte di alluminio da cinque litri i cui prezzi di spedizione partono da un minimo di 35,00 euro fino ad un massimo di 95,00 euro.

Come spedire una bicicletta in Francia: intera o smontata non ha importanza, l'importante è che la scatola non deve essere più alta di due metri e non superare le dimensioni massime di 400cm, nell'apposita pagina per la spedizione di una bicicletta vi sarà indicato come calcolare le dimensioni massime consentite.

Il costo per spedire la bicicletta in Francia e di 75,00 euro: con tempi di consegna di 3-4 giorni lavorativi.

Grazie al nostro sito per spedizioni online è possibile inoltre spedire dalla Francia all'Italia con stesso metodo e con gli stessi prezzi di spedizione.


Devi spedire in Francia con corriere espresso?

Con SpedireSubito.com puoi spedire in tutta la Francia!

Spedisci ora!